Cammini della Fede..

Il Sentiero di DON BOSCO

Un tempo attraversato dai pellegrini e viandanti che si spostavano lungo i percorsi della Via Francigena, sorgono tra le morbide colline dell’Astigiano le splendide chiese romaniche edificate tra XI e XII secolo. Un cammino porterà il nuovo viandante a scoprire alcuni di questi gioielli di architettura medievale come ad esempio la Canonica di Santa Maria di Vezzolano, che la leggenda narra sia stata fondata da Carlo Magno nel 773.

Obiettivi specifici: conoscere un territorio ed un’arte “nascosta”

Attività: escursione tra le chiese romaniche da Superga a Crea

Durata: da un giorno in su


Sacra SAN MICHELE e NOVALESA

La storia dell'abbazia di Novalesa ha inizio il 39ì0 gennaio 796 per mezzo dell'atto di fondazione dovuto all'allora signore franco di Susa, a controllo del valico del Moncenisio; In questo periodo i monasteri avevano infatti una precisa valenza strategica e i Franchi in particolare, non solo li considerarono loro sfera di influenza, ma li utilizzarono come basi di partenza per le loro incursioni. La Sacra di San Michele è un complesso architettonico collocato sul monte Pirchiriano, all'imbocco della Val di Susa. È il monumento simbolo della regione Piemonte. Ristrutturato, è affidato alla cura dei padri Rosminiani.

Obiettivi specifici: conoscere l’importanza di abbazie nella storia

Attività: visita alla Sacra e a Novalesa

Durata: da un giorno in su


Il Cammino di OROPA

Il Cammino di Oropa è un itinerario escursionistico che unisce storia, arte e natura, un trekking in piena regola che partendo dalla pianura vercellese, ci porta alla scoperta di monumentali complessi religiosi incastonati nelle montagne biellesi. Non si tratta di un tragitto faticoso, ma si può comunque scegliere la soluzione soft, percorrendolo solo in parte.

Obiettivi specifici: conoscere la fede di un territorio

Attività: tratti di escursione e visita all’Abbazia

Durata: un giorno


Santuario di SAN MAGNO

In alta val Grana, in un'area anticamente dedicata al culto di Marte, si staglia la ieratica sagoma del santuario di San Magno (1760 m), che era ospizio per i viandanti in transito dalla valle Grana alla valle Stura. Il complesso comprende una parte sette - ottocentesca e una più antica. In quest'ultima ammiriamo gli affreschi quattrocenteschi di Pietro da Saluzzo, aventi per soggetto gli Evangelisti e i Dottori della Chiesa, e quelli raffiguranti la Passione di Cristo e i sette santi martiri tebei.

Obiettivi specifici: conoscere la fede di un territorio

Attività: tratti di escursione e visita all’Abbazia

Durata: un giorno


Abbazia di SANTA MARIA di STAFFARDA a Revello

Isolato tra i campi, il complesso abbaziale, conserva nella sua struttura romanico-gotica tutto il fascino del XII e il XIII secolo. Nella chiesa, a tre navate con altare rivolto a levante, iniziata nel 1135, domina il polittico cinquecentesco di Pascale Oddone, accanto ad altre sculture del tardo Quattrocento. Altri edifici del complesso sono: il chiostro, la sala capitolare; la foresteria; il mercato coperto, in stile gotico, cuore della fiorente attività economica sviluppatasi attorno all'abbazia. Il concentrico di Staffarda è di proprietà dell'Ordine Mauriziano di Torino.

Obiettivi specifici: conoscere la fede di un territorio

Attività: visita all’Abbazia e ai dintorni

Durata: un giorno


Santuario di SANT’ANNA a Vinadio

Un grandioso scenario di monti fa da cornice al santuario più alto d'Europa (2035 metri), posto in cima al vallone d'Orgials o di sant'Anna, caratterizzato da una chiesa seicentesca, rimaneggiata nell'Ottocento, con pavimento in salita e porticato antistante la facciata, nato per assistere i numerosi pellegrini italiani e francesi.

Obiettivi specifici: conoscere la fede di un territorio

Attività: visita all’Abbazia e ai dintorni

Durata: un giorno