Viaggi

VIAGGIARE in mezzo alla natura, tra boschi, torrenti, valli e monti per imparare ad adattare il respiro ai propri passi, ad ascoltare la fatica del nostro corpo che nel cammino si rigenera, ma anche per fermarsi ad osservare la vita della natura, con le sue meraviglie, i suoi segreti, per imparare a sentirsi parte di essa, rispettandone i ritmi e la possente superiorità...

VIAGGIARE per conoscere città, borghi, fortezze, castelli, chiese e vecchie cascine, piccoli e grandi squarci di storia, per capire e analizzare come la presenza dell'uomo abbia inciso sul paesaggio...

VIAGGIARE per far volare la fantasia e l'immaginazione lungo le vie percorse da poeti, scrittori e viandanti cercando di cogliere le sensazioni che hanno ispirato le loro opere...

VIAGGIARE per scoprire lo “spirito del luogo”, ascoltando le storie e i personaggi che lì vivono da sempre...

VIAGGIARE per imparare a stare e a rapportarsi con gli altri, per socializzare, aiutandosi e supportandosi a vicenda, condividendo sforzi e risorse con il gruppo. È il gruppo che parte ed è il gruppo che arriva alla meta. INSIEME.



  • Sulle STRADE del BAROLO in Piemonte …il principe dei vini

    Il Vino Barolo prende il nome dalla nobile famiglia Falletti, marchesi di Barolo, che ne iniziarono la produzione nei loro vigneti. Si racconta che giorno la marchesa Falletti offrì al re Carlo Alberto, 300 carrà di Barolo, perché il Re aveva espresso il desiderio di assaggiare quel "suo nuovo vino"; l'omaggio passò alla storia: le carrà erano infatti botti da trasporto su carro, della capacità di circa 600 litri (12 brente). Carlo Alberto rimase così entusiasta del vino avuto in dono che decise di comprare la tenuta di Verduno per potervi avviare una sua produzione personale. Qualifica: Denom...

  • LA STRADA dei VINI d’ALSAZIA, Francia …di villaggio in villaggio, di calice in calice

    Gastronomia, arte, storia e cultura… paesaggi d’avventura, lontani eppur così vicini, colori piacevolmente sgargianti, dappertutto vita e istanti inattesi, una lingua piena di verve… nei suoi grandi slanci, nella sua natura o nei suoi segreti più intimi, l’Alsazia coltiva quest’arte così rara e delicata, l’Arte di sorprendervi. In Alsazia vi sono più di 400 proprietà vinicole che aprono le porte delle proprie cantine per degustazioni durante tutto l'anno. La Strada dei Vini d'Alsazia serpeggia da nord a sud attraverso le colline di vigneti per oltre 170 chilometri. Sul percorso si trovano sent...

  • “FOLIAGE” in AUVERGNE in Francia La Terra dei Vulcani

    La Regione dei monti d'Alvernia ha svelato le proprie origini vulcaniche solamente nel '700, quando si comprese per la prima volta che alcuni di questi monti si formarono a partire da emissioni di magma viscoso che solidificava durante la fuoriuscita, creando una sommità priva di cratere. Tipico esempio ne è il Puy de Dome. Altri 80 vulcani della zona, dalle età più disparate (da 13 milioni di anni dei monti del Cantal ai 3-4000 anni dei vulcani più giovani), sono rimasti incontaminati e caratterizzano oggi il paesaggio dell'Alvernia. La pianura si alterna continuamente alle montagne, lasciand...

  • FESTA degli AMICI di PANDA TREK …con “Weinachten Markt” a Strasburgo

    Situata nella regione Alsazia e Lorena a nord-est della Francia, Strasburgo, il simbolo della nuova Europa, per secoli fu contesa da Francia e Germania; nonostante ciò ha fatto tesoro della sua lunga storia ed ha saputo cogliere il meglio di queste due culture, mostrando al visitatore un volto ricco di fascino. Classificata "Patrimonio Mondiale" dall'UNESCO, Strasburgo è una metropoli a dimensione umana, reputata tale per la qualità della vita in ogni stagione e la sua vita culturale intensa. Il paesaggio che offre la città è caratterizzato dalla presenza di numerose testimonianze del passato,...

  • CAMARGUE e LUBERON in Provenza terra di profumi, colori, artisti…

    “La Provenza entra nel cuore e non se ne va più. La terra, il cielo, il mare fanno dolce violenza: paesi antichi, arroccati su pendii luminosi, rocce come trine, serafici campi di lavanda, fremiti bianchi su mandorli in fiore, abissi azzurri. Ora piuttosto freddi, ora intensi e alti all'orizzonte. Solo i colori di Cézanne hanno potuto dirli. Colori fermi e veri, che entrano dentro le cose stesse e si strutturano come architetture, e i colori di Van Gogh che se ne vanno in un volo senza fine e trascendono il reale. I vigneti, i pini, i cipressi, le case si dorano al sole nelle giornate calme, s...

  • BIANCA FORESTA NERA con le ciaspole Tra i boschi degli gnomi....

    Sterminate abetaie, profonde gole scavate, laghi dalle acque scure dove l’uomo ha intrecciato legami con la natura. Sempre all’insegna di un rispetto estremo. Numerosi sono i sentieri e la facilità della percorrenza permette un itinerario adatto a tutti. Friburgo è la tradizionale porta della Selva Nera; il Feldberg la cima più alta. Emozionante risulta l’incontro con il Titisee piccolo specchio d’acqua sprofondato in una valle stretta tra i boschi. Dalle fiabe e narrazioni popolari di questo particolarissimo ambiente sono nati i grandi poemi epici, come la saga dei Nibelunghi.

  • SICILIA…MAGNA GRECIA …tra arte e natura

    La forza meravigliosa dell'Etna, il mare cristallino della costa Ionica, il patrimonio storico e archeologico, il barocco delle chiese e dei palazzi, le tradizioni enogastronomiche e la musica, il calore umano e un'innata cultura dell’ospitalità...Catania e i suoi dintorni. Il fuoco, l’acqua, la luce s’incontrano, si mescolano, s’intrecciano, per donare al visitatore uno spettacolo unico. Un lembo di terra in cui la natura miscela i colori in un abbraccio che avvolge piccole baie e sentieri imbevuti dei profumi del vino moscato, in un continuo alternarsi di scogliere ed insenature che diventan...