SENTIERO VERDEAZZURRO da Moneglia a Levanto

Trek a Piedi  Liguria  Capodanno e Epifania

“Framura quasi ferra mula, perché le vie sono aspre e sassose…” Così scrive nel 1537 Agostino Giustiniani riprendendo l’interpretazione toponomastica data da Jacopo Bracelli qualche decennio prima. Forse Dante ha presente la nostra costa quando dice “Tra Lerice e Turbia la più diserta, la più rotta ruina...”. Vediamola, questa rotta ruina. Le falesie del Porticciolo ed Apicchi alle quali si abbarbicano nelle valli più incise impenetrabili leccete, poi una lunga spiaggia, poi un’insenatura scavata nella verde serpentinite, ed infine scogliere di giganteschi cuscini di lava rossa, estrusi milioni di anni fa migliaia di metri sotto il livello del mare. Ed è l’incontro tra rocce di origine ed aspetto così diversi a rendere unica la selvaggia bellezza del litorale. Ma risalendo dal mare il paesaggio si fa di un’infinita dolcezza. Incontreremo l’ulivo e la vite, ma anche il fico e il limone e ovunque si trovi acqua una miriade di orti, spesso minuscoli. Ed infine, nella conca di monte Serro, un maestoso castagneto, l’unico in tutto il levante quasi a strapiombo sul mare.

Dettaglio

TREK: Sestri-Riva Trigoso- Moneglia TREK: Moneglia–Deiva–Framura–Bonassola - Levanto
2 giorni
albergo
pulmino 9 posti
da 7 a 8 persone
€ 120
mezza pensione, viaggio, accompagnatore, assicurazione, spese fisse

Partenze

10 dicembre
  6-7/1/2018   ISCRIVITI